Centro Piemontese di Musica e Musicoterapia

SCUOLA DI MUSICOTERAPIA

Musiké ha attivato  il  Corso Biennale di Specializzazione in Musicoterapia in collaborazione con il Conservatorio di Musica “G.F. Ghedini” (http://www.conservatoriocuneo.it/news_x_categoria.asp?cat=14&sotcat=22) e l’Azienda Ospedaliera “Santa Croce e Carle” di Cuneo.  La stesura del progetto è stata preceduta da un attento studio che ha coinvolto gli Assessorati ai Servizi Sociali del Comune di Cuneo e della Provincia di Cuneo, le Associazioni e cooperative sociali del territorio, l’Azienda Sanitaria Locale e l’Azienda Ospedaliera ai fini di una valutazione globale sull’opportunità di istituire un Corso accademico di formazione nell’ambito della musicoterapia e sulle possibilità di inserimento della figura del musicoterapeuta nelle strutture sanitarie e sociali sul territorio cuneese.

Il corso ha come finalità la formazione di operatori che possano collaborare nelle equipes multiprofessionali in ambito scolastico, sociale e clinico.

Coordinatori del corso: Prof. Alberto Pignata, Prof. Andrea Vigna Taglianti

INFORMAZIONI GENERALI

FINALITÀ E  OBIETTIVI FORMATIVI

Il percorso didattico si pone innanzitutto l’obiettivo di offrire una formazione chiaramente definita e con una metodologia didattica coerente con i presupposti multidisciplinari. Rivolto ai musicisti, esso propone un percorso didattico basato in primis sull’esperienza diretta della dimensione musicoterapica, in cui coesistono il versante psico-pedagogico, quello psicologico-espressivo, quello specifico della comunicazione analogica sonoro-musicale, nonché il versante clinico. In particolare viene focalizzata la necessità di conoscere e comprendere le teorie e le tecniche alla base della relazione d’aiuto, sperimentandone su di sé il significato e le forti valenze affettive e terapeutiche, con la mediazione del linguaggio sonoro-musicale.

Questo percorso è pensato quindi per chi già possiede una padronanza tecnica di tale linguaggio, permettendo piuttosto di entrare nello specifico tecnico della musicoterapia clinica percorrendo i necessari passaggi formativi nell’ambito della psico-pedagogia e delle neuroscienze.

L’obiettivo didattico è quello di raggiungere una sufficiente autonomia professionale per collaborare nelle equipe multiprofessionali in ambito scolastico, sociale e clinico, e per operare in un setting sia individuale che gruppale, sulla base delle valutazioni e delle indicazioni cliniche individuate dalle figure terapeutiche di riferimento per ciascun utente/paziente.

Tale modello di autonomia professionale riprende quello già riconosciuto a livello accademico e istituzionale per la figura dello psicomotricista

Si precisa inoltre che la concezione musicoterapica di questa proposta è rivolta più alla musica, quale mediatore della relazione terapeutica, che alla musica come oggetto/farmaco terapeutico di per sé. A ciò si aggiunga un riferimento solido al modello bio-psico-sociale della mente, intorno al quale operare i diversi interventi musicoterapici, intesi di volta in volta quali preventivi, riabilitativi o psicoterapeutici.

Secondo la definizione della Federazione Mondiale di Musicoterapia (WFMT):

“La musicoterapia è l’uso della musica e/o degli elementi musicali (suono, ritmo, melodia e armonia) da parte di un musicoterapista qualificato, con un utente o un gruppo, in un processo atto a facilitare e favorire la comunicazione, la relazione, l’apprendimento, la motricità, l’espressione, l’organizzazione e altri rilevanti obiettivi terapeutici al fine di soddisfare le necessità fisiche, emozionali, mentali, sociali e cognitive.

La musicoterapia mira a sviluppare le funzioni potenziali e/o residue dell’individuo in modo tale che questi possa meglio realizzare l’integrazione intra- e interpersonale e consequenzialmente possa migliorare la qualità della vita grazie a un processo preventivo, riabilitativo o terapeutico.”

In sintesi il Corso si propone le seguenti finalità ed obiettivi:

Finalità

  • Approfondire le competenze musicali in senso orientato alle finalità del corso.
  • Acquisire competenze musicoterapiche di base, utilizzabili in differenti contesti (educativo-preventivo, riabilitativo, terapeutico e di integrazione sociale) e con differenti soggetti in situazione di disagio, di deficit, di handicap.
  • Promuovere attività di ricerca nei vari ambiti di applicazione della musicoterapia, collaborando con strutture pubbliche e private e con istituti nazionali ed esteri.

Obiettivi

  • Favorire la consapevolezza dell’identità musicale dei partecipanti e l’acquisizione di capacità di osservazione e descrizione in ordine alle diverse identità personali e sociali, attraverso l’apporto e il dialogo di differenti punti di vista (musicale, pedagogico, psicologico, semiologico, musicoterapico) e di differenti pratiche (vocali, di movimento, strumentali, di ascolto).
  • Sviluppare capacità e tecniche di progettazione per l’utilizzo consapevole del suono e della musica nei vari settori: educativo-preventivo, riabilitativo e di integrazione sociale.

METODOLOGIA

Il percorso formativo si sviluppa prevalentemente attraverso il lavoro di gruppo, all’interno del quale ogni corsista può raggiungere un’adeguata maturazione individuale e relazionale, acquisendo le tecniche e gli strumenti necessari alla pratica professionale.

Sono previste lezioni frontali che sviluppano, dal punto di vista teorico, le principali tematiche connesse alla musicoterapia.

Verranno utilizzati ulteriori metodi didattici quali: seminari, presentazione ed analisi di casi clinici, colloqui e supervisione individuali e di gruppo, sessioni di pratica musicale e musica d’insieme.

Il corso accoglie modelli nazionali ed internazionali per offrire agli studenti una visione della musicoterapia articolata al fine di rendere possibile un confronto con diverse esperienze.

Il progetto prevede esami, o altre forme di verifica, a conclusione dei percorsi formativi.

Per i laboratori viene valutato il grado di partecipazione alle attività e viene richiesto un elaborato scritto sul tipo di esperienza effettuata.

L’esame finale prevede la presentazione e la discussione di una tesi scritta, anche di tipo sperimentale, il cui contenuto è riferito in particolare all’esperienza del tirocinio e la realizzazione di un “setting musicoterapico”.

TIROCINIO

Fase fondamentale della formazione, consiste nella possibilità di effettuare un ampio periodo di pratica e di applicazione clinica delle competenze acquisite nel corso delle lezioni teoriche, per un totale di 250 ore, articolate sul trattamento di almeno due casi o due situazioni terapeutiche.

Il tirocinio prevede fasi di lavoro osservativo, operativo e di riflessione e si svolge all’interno di strutture sanitarie, pubbliche e private, presenti sul territorio.

Ogni allievo sarà seguito da un musicoterapista qualificato e al termine il tirocinante dovrà produrre una relazione finale sull’esperienza, opportunamente documentata, controllata e firmata dal musicoterapista conduttore dell’esperienza stessa e dal coordinatore didattico.

SUPERVISIONE

E’ prevista la costante supervisione del lavoro clinico dei tirocini svolti dagli studenti sia in gruppo che individualmente. Il modello di supervisione adottato dal corso prevede l’utilizzo dell’analisi dei casi attraverso la revisione del materiale audio o videoregistrato o sottoforma di verbali di sedute.

Le supervisioni sono incentrate sulle problematiche relative al progetto terapeutico, all’operato svolto sul piano clinico, ai risvolti psicologici connessi e controtransferali e agli elementi simbolici e stilistici emergenti dalle sedute di musicoterapia.

Tale lavoro di supervisione verrà svolto in due contesti differenziati:

  • la supervisione relativa al progetto terapeutico, all’operato svolto sul piano clinico e agli aspetti simbolici stilistici è compresa nel computo delle ore di lezione di ciascun anno, ed è prevista in un setting gruppale.
  • la supervisione relativa alle dinamiche psicologiche e controtransferali del singolo allievo consisterà in 10 incontri individuali al primo anno, e 10 incontri in gruppo al secondo anno, non compresi nelle ore di lezione, ma da svolgersi con psicoterapeuti esperti nelle tecniche analogiche in collaborazione con la direzione scientifica del master, con pagamento diretto agli stessi professionisti.

PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI

Il corso biennale ha come finalità la formazione di professionisti in grado di rispondere alle richieste del territorio in ambito educativo, riabilitativo e terapeutico.

Il panorama attuale vede i musicoterapisti impegnati a svolgere la propria professionalità in progetti per l’integrazione di soggetti diversamente abili e di prevenzione nella scuola dell’obbligo, negli istituti di detenzione minorile, negli ospedali pediatrici, nelle strutture socio-sanitarie semiresidenziali e residenziali dei Dipartimenti di Salute Mentale, nelle comunità terapeutiche per tossicodipendenti, nei centri sociali giovanili e per anziani, nelle cooperative sociali per handicap e plurihandicap, nei servizi di assistenza alla persona, nella formazione, nelle associazioni musicali private ed in studi professionali che operano in campo riabilitativo.

REQUISITI DI AMMISSIONE

Per l’ammissione al corso occorre essere in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • Laurea di primo livello in qualunque disciplina unitamente al possesso di adeguate competenze musicali.
  • Diploma accademico di primo livello rilasciato dall’ accademia di Belle Arti unitamente al possesso di adeguate competenze musicali.
  • Diploma accademico di primo livello rilasciato da un Conservatorio di musica o da un Istituto Musicale Pareggiato.
  • Diploma di Conservatorio, unitamente al diploma di scuola secondaria superiore.

L’aspirante corsista dovrà superare uno specifico esame di ammissione che consiste in una prova strumentale e in un  colloquio personale finalizzato a sondare gli aspetti motivazionali e le attitudini professionali.

Saranno esonerati dalla prova musicale i candidati in possesso di diploma di Conservatorio o compimento medio per gli strumenti dei corsi di durata decennale e compimento inferiore per gli strumenti dei corsi di durata non decennale.

L’iscrizione agli anni successivi al primo è subordinata alla regolarità delle frequenze dell’anno precedente e al superamento degli esami previsti.

Le iscrizioni sono aperte ad un massimo di 20/25 allievi.

Per iscrizioni e informazioni: 0171/693148


Annunci

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: